29 del mese: quando gli gnocchi vengono a galla

Leggendo il titolo potreste pensare che qualche rotellina forse è saltata; penserete: “Con tutto questo studiarsi attentamente e in maniera approfondita a Vanesa si sono confuse le idee”.
Parto allora rassicurandovi… E’ tutto a posto!

1

Continuo su questo percorso stimolante, passo dopo passo, insieme a un gruppo che spacca!
Dopo essere andata alla scoperta di me stessa ho iniziato a osservare il mondo che mi circonda: partendo dalle mie stelle (le qualità e competenze che man mano iniziano a definirsi) mi sono domandata: “Quali sono gli “universi” più consoni dove potrei andare a posizionare la mia costellazione?” 

2
Allora ho iniziato a studiare bene questi universi, cercando di capire se erano come me li immaginavo, indagando la loro mission, i loro valori, le modalità che utilizzano per comunicare e altre tante variabili che li rendono unici quanto me.
A questo punto mi rimetto di nuovo il caschetto e vi dico… Non è stato e non è un lavoro facile!!!

Talenti Inauditi Vanesa Pelizza al lavoro
Però quanta soddisfazione quando ho iniziato a intravedere un fil rouge che li collegava.

Prima di continuare a raccontarvi vi chiedo: “Mica penserete che io sia arrivata fin qui da sola?”
E’ vero, io ho messo l’entusiasmo, la curiosità, la fiducia e la voglia di mettermi in gioco ma questa arena dove sono felicemente capitata ha un team di lavoro che mi sta dando strumenti fondamentali per guardarmi in modo diverso, per ascoltarmi attentamente, per raccontarmi in un modo nel quale mi sento veramente rappresentata.
Abbiamo lavorato molto in gruppo; guardando attentamente le interazioni che si sono create ho visto sfaccettature dei miei compagni che neanche loro stessi sapevano di avere oppure che per qualche motivo tenevano dentro, convinti che non si trattasse lontanamente di qualità che più appartenevano loro.

Con questo gruppo siamo partiti dai mitici post-it per descrivere le nostre competenze e capacità; abbiamo iniziato a mettere insieme le mappe che da essi nascono per cominciare a dare forma alle nostre costellazioni. Insomma abbiamo osservato il nostro passato lavorativo (e non) condividendolo perché la percezione che gli altri hanno avuto di una stessa situazione ci ha aiutato ad avere punti di vista differenti e molto validi, che per qualche motivo non avevamo notato prima. 


Una volta che abbiamo ingranato bene con le attività del guardarsi, abbiamo iniziato a individuare gli ambiti che potevano fare al caso nostro per ognuno di noi.
Ora ci troviamo qui, li stiamo studiando per capirli meglio, stiamo indagando per capire se sono adatti, utilizzando nuove chiavi di lettura apprese attraverso il team di Talenti.

Insomma, devo essere sincera, da sola e senza un percorso guidato con così tanta cura avrei fatto fatica a capire e riconoscere alcune mie sensazioni riguardo a cosa voglio far accadere nel mondo, a come voglio farlo e soprattutto il dove!!

Tornando al nostro fantomatico titolo, questa fase a Talenti (dove mi sono osservata, ho osservato il mondo che mi circonda e le nozioni brulicano senza sosta intorno a me) la si paragona agli gnocchi che salgono a galla: ognuno di noi, tramite il percorso che vi ho raccontato, ha individuato i suoi “ingredienti unici” per poter fare la propria ricetta personale; adesso la pentola bolle e nell’acqua ci sono loro… Le nostre “gnocchidee”, che man mano, inaspettatamente, iniziano ad apparire, illuminando la strada che “di pancia” sentiamo di voler percorrere per arrivare al nostro progetto. 

7
Per quanto riguarda il mio di percorso, alcune idee iniziano a definirsi, altre sono ancora un po’ sfocate. 

8Alcune le conoscete già, altre sono apparse da poco; insieme hanno iniziato a dare forma a una proposta di valore che, oggi lo sento, mi rappresenta:

Vorrei diventare nesso/legame/integratore in ambiti legati al servizio alle comunità: di quartieri, di aree di interesse comune.

Essere per i loro progetti lo strumento che aiuta a individuare un obiettivo comune, a coinvolgere i singoli, a mediare, a collaborare, mettendo a disposizione il mio mix personale di capacità di analisi, di pragmatismo, di gioco di squadra, di curiosità, propositività e focus sul risultato.

Ovviamente si tratta dell’inizio, è la forza di propulsione per delineare il mio progetto.
Bisogna che vada ancora in profondità, soprattutto guardando il mondo fuori, per scoprire il mio “fit” personale.

Forse più avanti, quando vi racconterò del mio progetto, queste idee si saranno evolute, alcune saranno rimaste, altre ancora saranno spuntate, altre arriveranno nuove di zecca… E tutto ciò è normale e fisiologico.

La cosa importante è non rimanere ferma: sperimentare qui, domandare là, provare, raddrizzare il tiro, smussare gli angoli, rilanciare.

E qui aggiungo il mio pensiero personale, che spero vi inspiri: se lo fate divertendovi, se riuscite a collaborare nel frattempo con gli altri creando sinergie e potenziando le forze, se fate amicizia con “i grigi” ricordando a voi stessi che “il tutto bianco o tutto nero” diventa limitante e addirittura rischia di bloccarvi, beh … Allora avrete vinto: la strada stessa che percorrerete sarà il vostro progetto che man mano continuerà a evolversi insieme a voi.

Uh! Dimenticavo di finire la spiegazione del titolo.

Questa immagine degli gnocchi ha richiamato in me lo spirito del profondo, anzi profondissimo Sud: la mia Argentina del cuore.
Noi “argentos” abbiamo una tradizione un po’ particolare: ogni 29 del mese cosa si mangia? Tutti compatrioti che mi leggono ora direbbero forte all’unisono: Gnocchi!!!!!
Si, mangiamo gnocchi e sotto il piatto mettiamo i soldini perché portino prosperità (il 29 era il giorno in cui arrivava lo stipendio. Tutto calcolato , cosa credete?).

E quindi confesso, sono un pochino in attesa che questi gnocchi vengano in superficie; sotto il piatto, le stelle che ho già individuato sono pronte e aspettano di “prosperare”, vogliono moltiplicarsi per formare una costellazione brillante, radiosa e unica.

Nel frattempo continuo a scoprire universi e a immaginare possibili collegamenti.

il 29 del mese

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...