Noi speriamo che ce la caviamo

Noi speriamo che ce la caviamo

Stiamo concludendo il corso e pian piano stanno emergendo dalle nebbie le proposte di valore di noi “talenti”. In queste settimane abbiamo vissuto intensi momenti di condivisione sotto l’attento e super disponibile sguardo materno della nostra splendida relatrice-coordinatrice Silvia, la sciamana della nostra bella tribù, a cui devo dire un enorme GRAZIE!

All’inizio del percorso io ho avuto un po’ di timore e imbarazzo dovuti alla mia timidezza, ma poi, complice la necessità e la voglia di confrontarsi, è venuta fuori la sincerità e l’umanità di ognuno di noi: un amalgama azzeccato di gioiosa simpatia, di disarmante onestà, di reciproco sostegno e di grande ironia.

Il primo gruppo di “Talenti Inauditi” è stato per me una inattesa e stupenda scoperta; persone con alle spalle storie professionali uniche e importanti, e, credo, animate da un filo conduttore: il desiderio nascosto di migliorare, con il proprio lavoro, il mondo in cui viviamo e fare accadere qualcosa di bello.

Ho imparato da ognuno dei miei compagni qualcosa di speciale che porterò sempre nel mio cuore; dopotutto ognuno di noi è un “ibrido”: è una professione ma anche una personalità, una esperienza di vita, una passione, un interesse, ed è una ricchezza per gli altri e per la società.

Anche il mio progetto riprende questa ibridità; dopo settimane di auto-valutazione c’è stato lo stimolo a far convergere la mia professionalità di tecnico chimico nel mondo del gioco dei bambini (mia passione, interesse ed esperienza di vita).
Chissà che il prossimo anno, il prossimo mese o, perché no, la prossima settimana, qualcuno che conta non mi chiami per dirmi: “Sono molto interessato alla sua idea di cercare di costruire una educazione al gioco e alla condivisione attraverso la chimica, di far costruire relazioni tra i bambini attraverso il gioco della chimica”.

Vorrei congedarmi da voi lettori con un’ultima citazione (a me sempre care) che racchiude l’ultimo ingrediente senza cui nulla di quanto fatto è possibile:
“La magia è credere in se stessi: se riusciamo a farlo, allora possiamo far accadere qualsiasi cosa…” (Goethe).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...