Curiosità è crescere

Si è concluso il percorso di Talenti Inauditi; inutile dire che è stato molto emozionante, un viaggio all’interno del proprio essere in compagnia di undici compagni sconosciuti, altrettanto straordinari, con i quali il cammino si è rivelato ancora più forte e la cui condivisione ha portato a un’intimità di sentimenti che difficilmente riesce a crearsi tra persone così diverse per origine, vissuti e status.

Un traguardo sicuramente raggiunto è stato l’aver dato una forte connotazione umana al cammino, caratterizzato proprio da questo scambio spontaneo e sincero di esperienze.
Personalmente durante il breve ma intenso percorso di Talenti Inauditi ho vissuto una vera e propria rivoluzione interna…
L’entusiasmo della partecipazione a un certo punto ha lasciato spazio al dubbio e all’incertezza; mi sono detta: “E ora cosa faccio?” Era il momento di crisi nella crisi!!!

Ma la crisi solitamente precede un cambiamento, può diventare un’occasione positiva, dare lo stimolo a un desiderio di innovazione… Credevo che da questa esperienza sarei uscita con un’idea di progetto completamente diversa da quella che era stata la mia professionalità maturata nel tempo, in realtà ho rivalutato tutto ciò che avevo sviluppato negli anni e immaginato un modo per farne tesoro per una esperienza futura.

Stare in laboratorio non era mai stata la mia ambizione, della ricerca mi piaceva soprattutto l’esperienza sul campo, e la comunicazione e condivisione di quello che erano stati gli sviluppi e i risultati ottenuti.
La conoscenza di un linguaggio tecnico e la capacità di empatia nelle relazioni mi hanno sempre dato la possibilità di illustrare e spiegare in modo semplice anche all’uditorio meno preparato, stimolando curiosità di sapere e conoscere.
La curiosità per le cose e le persone, per tutto ciò che ci circonda, è un po’ una mia caratteristica personale; “curiosità è crescere” è divenuto il mio pensiero durante questo percorso, e il titolo della mia presentazione finale.

Curiosità di stare con le persone, scambiare informazioni, creare sinergie, dare opportunità a nuovi sviluppi con l’obiettivo di migliorare insieme. Divulgare, condividere, generare scambi: se il mio talento è anche avere questa naturale predisposizione al confronto costruttivo perché non farne un’occasione di realizzazione?

E ora, a breve distanza dalla conclusione del percorso, guardando l’orizzonte dalle spiagge della mia adorata Sicilia durante questa pausa estiva con la famiglia di origine, con la mia nuova famiglia, vicino e insieme a tutto ciò che mi è caro, penso a quante persone e cose belle ho avuto la fortuna di vivere, tra queste non ultima la partecipazione a Talenti Inauditi. E allora il mio nuovo orizzonte diviene ancora più ricco e, perché no, ancora più vicino e possibile.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...