Lasciare una traccia

Una sfera di creta fatta a mano, una tra le tante di un’installazione collettiva aperta al pubblico.

L’ho fatta io.

Ho manipolato la creta, l’ho lavorata per rendere la forma sferica liscia, di una misura contenuta, fatta bene.

Ho partecipato, una tra centinaia di visitatori e ho lasciato una traccia.

Ho assaporato il piacere di trattare la materia, di lavorarla con le mani, di trasformarla, di darle una forma esteticamente significativa e di collocarla tra le altre.

La sfera è ora parte di un insieme, uguale eppur distinta, ha la sua specifica rotondità e qualità materica, il suo colore, sta insieme alle altre e produce un effetto di senso solo per il suo essere lì, dove l’ho collocata.

Modifica gli equilibri e ne crea di nuovi.

Si nasconde e si svela allo sguardo che la coglie in un gioco di rimandi e connessioni, comunica.

Ogni sfera ha il suo specifico carattere nell’indistinto insieme, la mia ha sfumature che la rendono unica, è il frutto di un fare e di un saper fare che racconta di mani, visione, dettaglio, estetica, distinzione e totalità.

“Archive of Mind” Installazione di Kimosooja  (Intuition – Palazzo Fortuny – Venezia 2017)

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...