Fuoco alle polveri

Riemergo dal sonno lentamente e con un certo stupore mi accorgo di pensare. Ovvio. Come disse qualcuno molto tempo fa? “Cogito ………………?”  La cosa strana è che non sono i soliti pensieri (“Cosa devo fare?”, “A che ora è questo?”, “E quello?”), ma sono pensieri in libertà. E mi accorgo che forse qualcosa sta cambiando.

Allora mi chiedo: Perché per tanto tempo questo non è successo? Possibile che la rincorsa quotidiana a quella che poi è diventata routine abbia tenuto così bassa la fiamma sotto la mia pentola, tanto da stupirmi di una bolla che viene a galla?

Risultati immagini per foto bolleRicordi di quello che è stato si alternano a nuove idee e a nuove valutazioni su quello che potrebbe essere il mio futuro. Ma adesso cosa faccio? Posso ancora ignorare questo borbottio?  Il coperchio si è sollevato e vedo tante bolle che scappano fuori.  Qualcuna la riconosco, aveva fatto capolino in passato. Ma io l’avevo lasciata andare, come un messaggio in bottiglia e senza che nessuno venisse mai a salvarmi.

Altre mi sorprendono per la loro freschezza e la varietà.

La fiamma si è riaccesa e stavolta devo stare attento a trovare la bolla giusta, lasciare che scoppi e finalmente far vedere al mondo che ci sono anch’io.

A proposito: come diceva quel vecchio tanti ma tanti anni fa?

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...