La semplicità non è impresa facile

La semplicità non è impresa facile. E mentre è molto facile perdersi a pensare, non è affatto semplice raccogliere le idee.

Questo è quanto mi è accaduto durante questo percorso: esplodere e poi raccogliere i pezzi, prima tutti separatamente per poi ridurli quasi all’osso. Difficile scegliere cosa riporre nel bagaglio, e cosa lasciare andare, mentre intenso è cogliere tutto il meglio che ci accade dentro.

Tra i miei giri di pensiero ho realizzato che, per mio padre, un’idea dirompente è non solo poter accendere il suo tecnologico apparecchio acustico che gli permette di mettersi in ascolto e a confronto con gli altri, ma forse ancor più spegnerlo, quando le chiacchiere lo sovrastano e gli impediscono di leggere in santa pace.

Per mio fratello, cresciuto come me in una casa grande, l’idea dirompente sarebbe quella di vivere in una camera d’albergo molto confortevole ma con l’indispensabile. Il suo obbiettivo è quasi raggiunto, appartamento piccolo e con semplicità sceglie, ripone e disfa un bagaglio a mano mai pieno.

Io mi armo di lenti per vedere con chiarezza, o per fermare i momenti generando immagini, o per mettere a fuoco i dettagli. A volte andare a fondo può non essere d’aiuto perché è la visione d’insieme che ci permette di arrivare a ciò che cerchiamo.

In realtà, all’immaginazione non servono lenti e, se ripercorro un po’ la mia storia, le migliori idee sono sempre arrivate tenute per mano tra il Signor Sonno e il Signor Sveglio.

Allora abbandono le lenti per affidarmi alla mia parte visionaria, quella che guarda e si concentra sullo sguardo degli altri, sulla sua profondità e cosa guarda. Insomma l’osservazione tocca metterla nel mio bagaglio, ma per un attimo ci provo, chiudo gli occhi…. E inciampo.

Li riapro… E mi osservo, io in casa, circondata dagli scatoloni, alle prese con un trasloco e il “mio indispensabile”.

Una nuova esplosione mi circonda, mi tocca raccogliere i pezzi e ridurli all’osso.

E così, immaginazione e osservazione viaggiano da sole. Per tutto il resto occorre procedere con una drastica eliminazione. Ora, contrariamente a quanto già affermato, non sarà facile, ma l’idea è semplice e la semplicità è un’opportunità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...