Oltre ai confini del Mondo

Musica di sottofondo: “Oltre ai confini del mondo volerò…”
Consultata la mappa astrale, sono in viaggio già da un po’, lungo il sentiero tra il racconto e l’immaginazione.

“E tu cosa fai? Di che ti occupi?”
La domanda echeggia nell’aria e presto o tardi mi raggiunge.

Qual è il tuo progetto?
Si alza il vento…

Il mio progetto ha a che vedere più con l’essere che con il fare.
Più con il fare, che con il dover-fare.
Più con… Insomma, più che altro ha a che fare con l’ESSERCI.
Presente?

Talenti Inauditi mi ha aiutata a fare emergere una nuova attenzione. Scavando, ripercorrendo i passi a ritroso, ho rimappato competenze e curriculum. Il disegno è emerso e ora la direzione è chiara.

Il mio progetto è frutto di una riscoperta.
Scelta consapevole e lavoro interiore: una questione anemica che risveglia strumenti già in mio possesso ma presenti in modalità latente, la musica in gravidanza, la sociologia, la comunicazione interculturale.

Più che un progetto, un percorso.
Più che un lavoro, un mestiere. Il più antico. Anticamente l’ostetrica e la doula erano un tutt’uno. Ma con la mania moderna di separare le cose e fare ordine, al massimo oggi lavorano assieme… Vedessi che coppia!

La #DOULA è una figura (solitamente di sesso femminile) preparata a fornire supporto emotivo e vicinanza fisica alla donna in GRAVIDANZA in tutte quelle situazioni che il mettere al mondo implica, siano esse attese o inattese, per facilitare una migliore esperienza di MATERNITÀ.

Questo in parole povere.

Con umiltà, la doula accompagna la donna nella sua trasformazione più grande fatta di attese, aspettative, realtà e bisogni, solitudini. In confidenza e ascolto, la osserva e la sostiene assecondandone le volontà: prima, durante e dopo.

Doula è sinonimo di labor coach o birthing coach. L’attenzione però non è da porre solo sul parto. Il lavoro che precede è forse il più importante per districare dubbi, curiosità e vissuti a volte ingombranti, per PREPARARE Il TERRENO EMOTIVO.
Dopo, il supporto diventa più pratico, tra allattamento, alternanza casa-lavoro, gestione del tempo, stanchezza etc… Allora la doula dà una mano, ANCHE a CASA .

L’obiettivo è l’empowerment della donna: la doula la incoraggia incitandola a rafforzare quelle competenze che la gravidanza fa emergere in modo naturale, valorizzandone il lavoro e restituendo dignità al piacere e all’impegno di esser Madre, oggi.

Così, la doula lavora con i sogni e con le paure.

Vuoi saperne di più? #femminile #gravidanza #accantoallamadre #venirealmondo #dareallaluce
@DoulaEuteliaMarta

Foto opera di: Maura Biava 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...